Depero

Depero: Futurista e artista globale

Futurista e artista globale

La mostra, inedita in Brasile, porta a San Paolo 65 opere di Fortunato Depero (1892-1960), uno tra i grandi nomi del Movimento Futurista italiano e precursore della Pop Art. Sarà esposta un’ampia selezione della produzione grafica dell’artista, principalmente realizzata nell’ambito della sua relazione con la pubblicità. Depero, che oltre alla pittura si dedicò anche al design grafico, è il responsabile per i manifesti della marca italiana di bevande Campari. Partecipò del movimento Futurista nel 1914 e l’anno dopo, assieme a Giacomo Balla, lanciò il manifesto “Ricostruzione futurista dell’universo”, nel quale difendeva la nozione dell’opera d’arte totale: l’uomo moderno circondato da oggetti futuristi (“La strada sarà la nostra galleria”, diceva). Curata da Maurizio Scudiero, l’esposizione incontra nella nuova sede del MAC-USP il contesto ideale per il suo allestimento, anche in virtù del dialogo e dei rimandi che si instaurano con la ricchissima collezione di arte contemporanea italiana del museo. La mostra, promossa e realizzata dall’IIC di San Paolo, conta con il sostegno di Alitalia.